Liberiamoci dalle dipendenze

indietro

DIPENDENZE.jpg

http://cittadininprogress.it/

L' iniziativa Liberiamoci dalle Dipendenze è la sintesi di un lungo percorso che negli anni ha contribuito a creare una coscienza civica ed una diversa sensibilizzazione dei giovani siciliani sui temi generali della dipendenza. L’analisi di migliaia di questionari, redatti da studenti, che hanno descritto e radiografato modelli, stili di vita ed abitudini di una società in evoluzione, necessita ora, di un progetto di verifica, di approfondimento, di aggiornamento, di sintesi e di indirizzo.

Seppure i ragazzi di oggi sono più sensibili alle influenze esterne sempre più forti e destabilizzanti, in grado di diffondersi velocemente e per grandi distanze, sfruttando i “social” con i loro  continui e pressanti messaggi e modelli da seguire fedelmente, che quasi costringono i ragazzi ad entrare in un mondo virtuale, rendendoli vittime ignari delle ingerenze di un mondo solo apparentemente fantastico, le cosidette “tentazioni” create da una società criminale che non risparmia nessuno, risultando essere sempre più pericolose e condizionanti. Questo mondo attraente capace di rispondere alle loro aspettative, dove l’impegno soggettivo è latitante, dove è facile vivere virtualmente esperienze proprie ed altrui attraverso “la falsa lente” dell’informazione globale.

La giustificazione del: “così fan tutti “ diventa un modo quotidiano di vivere una realtà virtuale dove è possibile “costruirsi” una propria personalità, che alle volte è l’esatto contrario di quella che il soggetto vivrebbe normalmente, in cui gli obblighi e le responsabilità soggettive verso se stessi e verso gli altri dovrebbero essere protagoniste e che invece risultano annebbiate da false esigenze,  da desideri e richieste in continua evoluzione.

A partire da questa analisi nasce il progetto“ Cittadini in...Progress” che vuole essere una ulteriore verifica delle esperienze maturate nel mondo della ricerca delle dipendenze giovanili, a partire dal mondo del web, dal gioco d’azzardo, dall’uso e abuso delle sostanze alcooliche, delle droghe con particolare riferimento a quelle psicotiche che danno dipendenza e creano danni irreversibili. Negli  ultimi anni si è assistito all’entrata sul mercato di una serie di nuove droghe sintetiche. Queste sostanze vengono messe sul mercato da nuove organizzazioni criminali usando prevalentemente internet o vendute in “smart shop”, spesso vengono pubblicizzate come sali da bagno, incensi, fertilizzanti o prodotti naturali, invece molto spesso trattasi di potenti e pericolose molecole chimiche di sintesi, elaborate in condizioni di igiene precaria e di qualità molto scadente.

Completa il quadro esposto, una diffusa “non conoscenza ”, un  assente rapporto genitoriale  delle nuove generazioni ed un’assenza di buon senso, che portano il cittadino del futuro a compromettere il proprio stato di salute, con alti costi che andranno sempre più a gravare sul bilancio sociale, infatti non a caso, le spese per la sanità pubblica sono l’onere di maggiore incidenza nel bilancio statale.

Quindi si sente l’esigenza di continuare un lavoro di indagine iniziato da anni, e di completarlo informando i migliaia di giovani e studenti che saranno nuovamente coinvolti, rispetto ai meccanismi di azione delle sostanze di abuso,  garantendogli  una crescita  mirante a buone pratiche di sviluppo personale.

La dipendenza è una malattia cronica recidivante, caratterizzata da ricerca e da uso compulsivo di droga e da cambiamenti neurochimici e molecolari nel cervello. La dipendenza è prevenibile, curabile e guaribile, se si possiedono le giuste conoscenze, la corretta informazione e un buon rapporto familiare.

La presente proposta progettuale si sviluppa nell’ambito del territorio della Regione Sicilia e si rivolge ai giovani utenti e consumatori, alle famiglie, ai docenti e vuole creare modelli capaci di forgiare consapevolezza, informazione e formazione sulla crescita del cittadino del domani.

Descrizione delle finalità che si intendono raggiungere:

  • Creare una coscienza consapevole nei nuovi soggetti e maggiore attenzione alle forme di consumo critico che superino le dipendenze dettate da modelli errati e da sistemi importati, che tendono a modificare la propria personalità e le proprie scelte.
  • Informare e sensibilizzare i giovani cittadini rispetto ai meccanismi di azione delle sostanze di abuso e ai danni irreversibili dati dalle stesse.
  • Ricondurre i giovani cittadini ad un confronto reale, che miri ad affrontare e superare le proprie debolezze ed i limiti che sono determinati da una incapacità, dettata più dalla paura e dalla consapevolezza di essere soli, in un mondo che si è “attrezzato” e sembra volere offrire soltanto ruoli marginali del processo di socializzazione individuale e collettiva.
  • Recuperare il rapporto all’interno della famiglia e del mondo della scuola, come primi modelli del sistema sociale.
  • Creare socializzazione, individuando percorsi e buone pratiche che possano aiutare a superare la marginalizzazione e la dipendenza dei giovani utenti consumatori.

Descrizione delle modalità di svolgimento delle attività da realizzare:

  • Creazione di un gruppo di lavoro che si occuperà della gestione e del coordinamento del progetto in tutte le sue fasi.
  • Condivisione della progettualità di massima con i soggetti partner esterni.
  • Acquisizione dei dati e delle informazioni inerenti alle problematiche connesse al progetto.
  • Elaborazione dei dati acquisiti e costituzione del “focus group” che opera nell’analisi sistemica ed analizza lo stesso fenomeno dal punto di vista sociale.
  • Formazione del personale per l’animazione sul territorio del progetto attraverso incontri nei luoghi di aggregazione sociale.
  • Realizzazione di un questionario per verificare  l’esatta incidenza delle dipendenze e dei modelli adottati nel mondo dei giovani consumatori. Strumento utile a riscontrare informazioni sulle problematiche progettuali.  Il questionario sarà somministratopresso le strutture scolastiche della Regione Sicilia ed attraverso momenti di aggregazione quali eventi e manifestazioni sportive e culturali, nonché presso le sedi della piccola media grande distribuzione e luoghi di socializzazione giovanile.
  • Realizzazione di un portale e di strumenti collegati al mondo social, come piattaforme, siti, etc. per garantire una continua informazione, ma soprattutto per una gestione diretta da parte dei fruitori del progetto, che possono animare la comunicazione ed essere protagonisti. Il portale avrà anche l’importante compito di interconnettere i ragazzi provenienti da istituti scolastici, città, età e storie di vita differenti. Ognuno di loro potrà sfruttare questo canale di comunicazione per “raccontarsi” se lo desidera o semplicemente per imparare da esperienze altrui, rendendosi così conto, che il mondo di internet se ben utilizzato, può diventare un prezioso contenitore ricco di informazioni, utili in un sano percorso di crescita interiore.
  • Apertura sportelli di ascolto, punti di riferimento essenziali per tutti coloro che sono in cerca di: confronto, consigli, informazioni o semplicemente una persona in grado di ascoltare in silenzio. L’idea e la necessità che questa tipologia di servizio venga attivato, nasce dalle precedenti esperienze lavorative soprattutto in ambito scolastico, dove al termine di ogni incontro in aula (a prescindere dal tema affrontato) un discreto numero di ragazzi ha sempre cercato un contatto diretto con il formatore per trovare risposte a quesiti che non avrebbero mai esposto in pubblico unicamente per imbarazzo. Gli sportelli garantiranno un servizio per tutta la durata dell’intervento e saranno attivi almeno tre giorni alla settimana per un minimo di tre ore settimanali. Sede, giorni di ricevimento e orari saranno comunicati principalmente attraverso il portale citato al punto precedente.
  • Realizzazione e promozione di eventi ed iniziative, sportive e culturali, utili ad operare una sensibilizzazione ed una partecipazione attiva dei giovani utenti consumatori.
  • Creazione di un concorso denominato “in...dipendenza” per la realizzazione di un cortometraggio, o altro prodotto video, multimediale, realizzato con il coinvolgimento degli studenti delle scuole che aderiscono al progetto o di singoli soggetti che non abbiano compiuto il ventunesimo anno di età. Il miglior prodotto verrà utilizzato come testimonial del progetto e distribuito nel circuito scolastico e parteciperà a rassegne tematiche.
  • Nell’ambito della gestione del progetto saranno previsti l’attivazione di rapporti di   partenariato con le Università aventi sede nella Regione Siciliana, associazioni ed enti di promozione culturale e sportiva.

Data prevista di avvio dell’intervento:

Entro 15 giorni dalla firma della convenzione.

Cronogramma di realizzazione dell'intervento:       

DICEMBRE 2016:

  • Individuazione del gruppo di coordinamento.
  • Affidamento incarichi di collaborazionea partire dalla stipula della convenzione.
  • Fino alla definizione del progetto sarà possibile affidare incarichi di collaborazione per consulenze e per le molteplici attività di animazione del progetto.

 

ADUC Funzione Sociale:
Sede Nazionale Viale Teracati n. 39 - 96100 Siracusa • C.F. 93027670897 email: info@aducfunzionesociale.it



Regione Siciliana - ADUC Funzione Sociale
Visualizza il riconoscimento regionale